Author Archives: Dario

Chi soffre di anemia deve mangiare spinaci che sono ricchi di ferro

Anche Braccio di Ferro ha cercato di convincerci che gli spinaci sono un’ottima fonte di ferro ma dobbiamo smentirlo: hanno un alto contenuto di ferro questo è vero ma, purtroppo, solo in piccolissima parte è assorbibile dal nostro intestino. Dobbiamo infatti fare i conti con la sua “biodisponibilità” ovvero con la sua attitudine ad essere

L’apprendimento è un’esperienza che parte dalle mani

Il corpo e le sue attività senso-motorie sono al centro della cognizione per tutta la vita, sia che si tratti di apprendimento diretto nelle prime fasi dello sviluppo, sia che si debba ricorrere alle sue competenze in seguito, visto che molte azioni e risoluzioni di problemi avvengono inconsciamente grazie all’aver incarnato le condotte intelligenti del

Quale sushi?

La prima forma di sushi giunse in Giappone dalla Cina circa duemila anni fa. L’aspetto che oggi ha il sushi si è affermato intorno all’VIII secolo. Il pesce veniva salato e arrotolato nel riso fermentato. Il narezushi era fatto di pesce sviscerato, che veniva posto nel riso fermentato per diversi mesi per poter essere conservato: la fermentazione del riso

Quale acqua per il tè?

Tratto dalla rivista “Le Scienze” – luglio 2020 – Rubrica “Pentole & Provette” di D. Bressanini Dipende dalla bevanda prescelta e dall’effetto che si desidera ottenere. La differenza fra le varie tipologie di tè è dovuta al diverso grado di ossidazione delle foglie dopo la raccolta, processo che può essere controllato e manipolato. Ad esempio,

Ricettando

Inauguriamo oggi una nuova rubrica che attinge alla nostra storia, ai nostri tentativi di creare un modo intelligente per fare cucina nella consapevolezza degli ingredienti, nella conoscenza delle tecniche e delle tecnologie, nel piacere di condividere una passione comune. Con ricette per chi è alle prime armi e proposte più evolute, con professionisti competenti e

UN BEL GRAPPINO FUORI PASTO AIUTA A DIGERIRE

Bere un grappino o un altro superalcolico alla fine di un pasto aiuta a digerire solo se durante il pasto non abbiamo bevuto vino. Altrimenti fa l’effetto opposto. L’alcool infatti stimola la secrezione dei succhi gastrici nello stomaco accelerando la digestione, ma solo fino a un certo punto: oltre un certo limite il suo effetto

Usiamo i cookies per migliorare la tua esperienza sul nostro sito web. Continuando con la navigazione accetti i nostri cookies.