UN BEL GRAPPINO FUORI PASTO AIUTA A DIGERIRE

Bere un grappino o un altro superalcolico alla fine di un pasto aiuta a digerire solo se durante il pasto non abbiamo bevuto vino. Altrimenti fa l’effetto opposto. L’alcool infatti stimola la secrezione dei succhi gastrici nello stomaco accelerando la digestione, ma solo fino a un certo punto: oltre un certo limite il suo effetto non aumento all’aumentare della quantità ingerita che, anzi, diventa difficile da smaltire e affatica il fegato.

Il superalcolico assunto alla fine di un pasto già abbondantemente annaffiato dà una sensazione di benessere perché elimina dalla bocca lo spiacevole retrogusto del grasso che accompagna un pasto pesante ma non aiuta certo a digerire.

Gli amari, al contrario, possono darci una mano perché alcune sostanze contenute nelle erbe con cui sono prodotti stimolano la secrezione biliare e quindi la digestione dei grassi, i componenti più difficili da digerire.

Ma sempre con cautela ed accortezza, utilizzando ingredienti di prima qualità.

Tratto da:

I MITI DELL’ALIMENTAZIONE

C. Cannella, G. Corrada – Salani Editore

E, come sempre, buona #scuoladicucinaintelligente !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 

Usiamo i cookies per migliorare la tua esperienza sul nostro sito web. Continuando con la navigazione accetti i nostri cookies.